Cronaca di un'insolita Stramilano

Che bella che è la corsa. L'espressione più democratica dello sport. Sullo stesso percorso gareggiano le "spider" e le "utilitarie", le "auto d'epoca" e "quelle nuove di zecca", ma i km sono gli stessi per tutti.
Non sei più bravo solo perchè corri più veloce, ma sei più bravo per il solo fatto che corri. Non ci sono sconfitti, tutti portiamo a casa la nostra piccola grande vittoria e il nostro grande bagaglio di emozioni.
E di emozioni ce ne sono state tante!

Alessio potrà raccontare che a 1 anno la sua mezza maratona se l'è fatta tutta! Che soddisfazione!
Ma andiamo in ordine...
Alla partenza ci mettiamo in ultima posizione, senza neanche aver fatto un riscaldamento come si deve, ma con tutta la folla che c'era ritengo opportuno mettermi da parte anche per non rischiare di essere mandata subito a quel paese al grido di "ma dove vai, stattene a casa!"
Metto il berretto ad Alessio, fa ancora un po' freschino. Sarebbero in realtà le 9.40, visto c'è da oggi l'ora legale. Alessio si guarda attorno con il suo solito sguardo curioso e divertito dalla gente e vedo che siamo ricambiati da sguardi altrettanto curiosi e divertiti.
Ecco che si parte. Abbiamo tutto il tempo per riscaldarci ad un'andatura molto lenta, dato che abbiamo davanti a noi una massa di persone che non finisce più.
Rimaniamo al bordo della strada per non essere di intralcio, dal momento che siamo un po' ingombranti, e ci godiamo subito gli apprezzamenti "Vai Alessio! (la targa davanti sul passeggino è servita)... Vai mamma!... Nooooo, con il passeggino????... Incredibile, tanto di cappello!.... Siete forti!... ecc., ecc." Noi rispondiamo ringraziando con un sorriso e il campanello che ho messo sul manubrio.
Adesso capisco quando i veri atleti incitano il pubblico richiamandone il tifo, è davvero una forte carica! La prossima volta che mi capiterà di fare il tifo per qualcuno, lo farò a squarciagola più di prima!
Ci dirigiamo verso Corso Sempione e vediamo già gli atleti professionisti che ci vengono incontro in senso inverso nella corsia parallela alla nostra. Cavoli come sono veloci, sembra che volino! Chissà cosa si riesce a scorgere a quell'andatura?
Io mi assesto subito su un'andatura di crociera che sento di poter mantenere per km senza stancarmi troppo e che mi rende possibile tenere Alessio sotto controllo e possibilmente dargli una sistematina se avesse bisogno. Peccato che non possa vedere che faccia fa ogni volta che passiamo e che lo chiamano a destra e a sinistra. Sento che ogni tanto si fa una risatina e vedo che indica con il ditino.
Dopo un po' nella folla che corre in senso inverso nella corsia accanto, scorgiamo Papino che corre. "Vai Papinoooooooo!!!"
Quando anche noi arriviamo al giro di boa di Corso Sempione, riceviamo i complimenti da un signore, più sull'ottantina che sulla settantina, che corre. Avrei voluto dire "lei che fa i complimenti a me? Ma i complimenti glieli faccio io!". Ma poi mi trattengo, pensando che magari se la potesse prendere a male, credendo che alludessi all'età. Così mi limito a ringraziare.
Oh, adesso che ci siamo scaldati va tutto molto meglio! Passiamo il primo ristoro al 5° km prendendo solo un sorso e ci avviamo verso il cavalcavia in direzione della stazione. Prendo la rincorsa e faccio la salita. Meno male che c'è solo questa!
Continuamo a rispondere e ringraziare con il campanello. Vedo che Alessio ancora non si addormenta. Come potrebbe, se lo chiamano da tutte le parti?!!! Gli tolgo il berretto in corsa, perchè l'aria mi sembra si sia riscaldata, ma dopo un po' me ne pento e glielo rimetto con una strana manovra sempre in corsa. Forse sono io che comincio a sentire un po' di caldo.
Che siamo noi a superare o che veniamo superati mentre si corre, riceviamo i complimenti. Persino la Polizia Locale superandoci con la moto da dietro e vedendo la scritta della maglietta -Io corro con Alessio- si gira verso di lui dicendo "Vai Alessio!"
Prendiamo un po' d'acqua al ristoro del 10° km e continuiamo a fare i viali. Arriviamo in Porta Ticinese e ci dirigiamo verso Viale Papiniano. Siamo già a più di metà del percorso, ma le gambe iniziano a gonfiare, soprattutto perchè la nostra andatura lenta e senza variazione di velocità non permette al sangue defluire come dovrebbe. Mi consolo pensando che due anni fa cominciavo a sentire lo stesso problema, nello stesso punto... e non ero con il passeggino! Cerco di accellerare un po'.
Facciamo Via Foppa e giriamo per Viale Washington. Comincia ad avvicinarsi l'ora di pranzo e gli automobilisti in coda cominciano a sbottare. Si sentono i primi clacson.
Prendiamo un po' d'acqua al ristoro del 15° km. La fatica comincia davvero a farsi sentire. Al 16° km in Piazzale Piemonte c'è una famigliola che fa il tifo per noi. Chiedo di fare qualche preghiera per noi, visto che mancano ancora 5 Km! Sento che le gambe gonfie cominciano a frenarmi un bel po', ma stringo i denti e vado avanti.
Passata la Fiera c'è l'ultimo spugnaggio, decido di bagnarmi le gambe per cercare sollievo. E così è, anche se rischio di farmi venire qualche crampo visto che si è appena alzato un leggero venticello e si è abbassata la temperatura. Finalmente Corso Sempione!
L'Arco della Pace in lontananza mi sembra un miraggio, ma sono gli ultimi km anche se i più lunghi e i più duri. Infatti una volta girato per Via Melzi D'Eril comincio a sentirmi meglio e ad assaporare la soddisfazione dell'arrivo. Dalla felicità cominciamo a scampanellare a più non posso all'entrata del Parco Sempione! Ecco l'Arena e il 21° km. Ce l'abbiamo fatta! Dove sei Papino? Mancano altri 97 metri e lo vediamo all'arco del traguardo.
Siamo così presi dal saluto che non ci accorgiamo che nel frattempo lo speaker è sceso dalla vedetta e che ci aspetta anche lui. Quando mi volto verso l'arrivo, rischio di metterlo sotto con il passeggino! Mi chiede come mi chiamo e come si chiama il bimbo e ci fa i complimenti!
E' finitaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!!!
REAL TIME 2.23.05 h
Considerando che prima della gravidanza, con un po' più di allenamento, con qualche chilo in meno e senza passeggino, 21 km li facevo in circa 2 h mi ritengo più che soddisfatta!
Alessio si è comportato da manuale! Con lui siamo persino andati a mangiare al pasta party.



Per adesso ci sono solo le foto dell'arrivo. Appena riesco a trovarne qualcuna mentre siamo in corsa, le metto.
GRAZIE A TUTTI PER IL TIFO!!!

3 commenti:

Rita ha detto...

Ciao Clara,
ho visto che hai messo il mio blog tra i tuoi blog di cucina preferiti e ti ringrazio. Ricambierò con piacere aggiungendo a mia volta il tuo indirizzo tra i miei blog amici. Ti chiedo solo di correggere il link. Il blog infatti ha un nuovo indirizzo: www.amouseonthetable.com
Quello che conoscevi tu e che hai linkato (amouseonthetable.blogspot) presto sarà cancellato e comunque è fermo alla pagina "Il blog AMOTT trasloca".
Ti ho scritto qui perché non trovo un tuo indirizzo e-mail... se vuoi, non pubblicare questo commento.
Baci e piacere di averti conosciuta!

Inco ha detto...

Ma guarda Clara sei passata vicino casa!!! E' stata dura, ma siete stati bravi.
Piacerebbe anche a me, magari ci penserò per la prossima volta..
Buona serata!!

clara ha detto...

Inco, quando decidi di provarci anche tu, fammelo sapere! Io quest'anno mi sono arenata... forse avrei bisogno di una compagnia e di stimoli! Conto di riprendere a correre presto, "mammite" permettendo!!!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...